SUUNTO Race e SUUNTO Wing: intervista all'avvocato Ghibellini

by fabrizio
~1 minute
SUUNTO Race e SUUNTO Wing: intervista all'avvocato Ghibellini

Con un trascorso di calciatore, oggi padre di famiglia ma sempre sportivo, l'avvocato Nicolò Ghibellini (avvghibellini.com) si è prestato a provare due novità SUUNTO.

Avevi già usato smart watch, e nello specifico un SUUNTO?

Oggi, è quasi impossibile non imbattersi in uno smart watch o una semplice smart band. I vantaggi sono subito evidenti in qualsiasi tipo di sport, per non parlare dei vantaggi di tenere monitorata la propria salute anche a riposo.
Spesso ci si accontenta e si cerca di sfruttare al meglio quello che si ha.
A volte però si comprende la necessità di provare orologi tech di fascia di mercato più elevata, più professionale.
SUUNTO è una garanzia, una sorta di Ferrari in questo specifico settore e SUUNTO Race è la novità di punta.
Poterlo provare in anteprima è stata un'opportunità e non nego l'interesse per un futuro acquisto.

Come hai utilizzato SUUNTO Race?

L'attività di avvocato non lascia molto tempo libero ma ugualmente cerco di ritagliarmi due momenti a settimana per fare corsette da 10-15 km.
Correre con il SUUNTO Race GPS al polso, dal grande schermo con display AMOLED, mi ha permesso di avere a disposizione uno strumento professionale in grado di monitorare i dettagli delle mie prestazioni.
L'analisi delle proprie prestazioni, in un'ottica continua di sfida con se stessi, è la base per la ricerca di miglioramento.
SUUNTO, proprio in questa ottica, ha introdotto in questo modello di punta metriche di allenamento avanzate e mappe offline dettagliate.

Autorizzati: articolo completo in Comunicati-Stampa.com