Sportmemory e Tech-Sport.it: il passato vs il futuro

by fabrizio
2 minutes
Sportmemory e Tech-Sport.it: il passato vs il futuro

Ricevo oggi un comunicato di Sportmemory e sebbene si tratti di un progetto che parte da presupposti completamente opposti da quello di Tech-Sport.it (il passato vs il futuro), l'intento di descrivere lo sport in modo nuovo, utilizzando lo storytelling è identico.

Per questa ragione riporto l'inizio del comunicato nella speranza che in futuro si possa anche trovare una via comune.

La Grande Corsa New York-Parigi del 1908, le imprese alpinistiche di Simone MoroRosina Ferrario prima italiana con brevetto di volo e Vittorina Sambri, prima italiana a correre in gare motociclistiche, e poi Ezio Vendrame, irregolare del calcio degli anni '70, il pilota guascone Eugenio Castellotti e la vita sportiva di Carlo Pedersoli, o meglio Bud Spencer.
Con queste e altre storie Sportmemory, il magazine del giornalismo narrativo dello sport, presenta il numero del suo primo anniversario.
Sportmemory lavora sulla memoria, quella dispersa che porta a nuova vita, quella contemporanea, che organizza per trasmetterla al meglio verso il futuro, quella personale, che connette in una più vasta trama di memoria condivisa facendola diventare bene comune.
"Noi maneggiamo parole e trattiamo la memoria come materia viva" dichiara il direttore editoriale di Sportmemory, Marco Panella "visione da cui nasce una fascinazione che va dal recupero delle memorie sportive dimenticate sino alla costruzione della memoria del futuro, che ci fa entrare nel perimetro emotivo di fatti e personaggi superandone la lettura informativa a favore di una lettura narrativa"